ATONIA DEI TESSUTI 

 

Descrizione fisiologica del fenomeno
È data da perdita o riduzione del tono di tessuto cutaneo, muscolatura liscia e striata, dovuta ad un'alterazione e ad una diminuita rigenerazione delle fibre collagene ed elastiche ed infine ad un ridotto flusso ematico di tipo arterioso.

Descrizione dell'inestetismo
Il tessuto cutaneo e la massa muscolare appaiono rilassati, ipotonici, privi di luminosità e vigore, la loro elasticità è nettamente diminuita.

Unità fondamentali
Collagene, elastina e GAG che sono presenti in minore quantità o vengono alterati nella struttura, irrigidendosi e perdendo le proprietà elastiche e di sostegno.

Ambiente
Sistema fisiologico nutritivo-drenante: il flusso ematico è rallentato e di conseguenza diminuisce il rinnovo cellulare, l'apporto di sostanze nutritive e di sostegno e l'asporto dei cataboliti.

Fattori Predisponenti

  • Invecchiamento cronologico: a livello epidermico si riscontra atrofia perché il ricambio cellulare si riduce e di conseguenza la capacità di riparare i danni diminuisce; a livello dermico le fibre elastiche e di collagene tendono ad ispessirsi e a demarcarsi, assumendo un aspetto "a fune". La matrice in cui sono immerse le fibre registra una diminuzione della riproduzione dei glicosamminoglicani (GAG) e una conseguente minor idratazione.
  • Squilibri ormonali: gli estrogeni intervengono direttamente nel controllo della sintesi del collagene, nella produzione dei GAG…Questo fa immediatamente comprendere come un'alterazione ormonale possa influire negativamente sull'aspetto del tessuto cutaneo. Basti pensare alla "trasformazione" della cute nelle donne che entrano in periodo di menopausa.
  • Vita sedentaria: la scarsa attività fisica e l'invecchiamento riducono il tono e il volume della muscolatura, andando ad incidere sull'efficacia della "pompa muscolare" che avrebbe il compito di garantire una buona circolazione periferica.

Fattori Scatenanti

  • Radicali liberi: il metabolismo, le radiazioni, il fumo di sigaretta, l'inquinamento ambientale, i farmaci, alcuni alimenti, lo stress psico-fisico sono continua fonte di radicali liberi. Tali elementi attaccano e ledono costantemente, in maniera talvolta irreversibile, tutti i componenti del nostro organismo ed in particolare le proteine quali l'acido ialuronico e il collagene.
  • Alimentazione sbilanciata: ad esempio un'eccessiva quantità di zuccheri gioca un ruolo fondamentale nel fenomeno dell'invecchiamento. Attraverso una serie di reazioni chimiche note con il nome di glicazione, gli zuccheri assimilati dal nostro organismo come glucosio, fruttosio, si legano agli amminoacidi o alle proteine (come il collagene) innescando un processo di deterioramento delle cellule e dei tessuti. Uno scarso apporto di proteine invece si tradurrà in una situazione deficitaria a carico della struttura delle fibre muscolari lisce, costituenti fondamentali della muscolatura involontaria.

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.